Gomme da neve o quattro stagioni: come scegliere quelle giuste?

C’è differenza fra le due?

E’ scattato da pochi giorni, e durerà fino al 15 di Aprile,  l’obbligo dei pneumatici invernali o delle catene da neve a bordo delle nostre auto.

Non tutti, però si sono adeguati alla normativa e sono ancora alla ricerca della soluzione migliore.

C’è chi, infatti si interroga su quale sia la gomma giusta da utilizzare:

“Sono meglio le quattro stagioni o le gomme invernali?”.

Prima di vedere insieme pro e contro di ciascuna tipologia di pneumatico, è bene ricordare che quelle che vengono comunemente chiamate gomme da neve non servono solo per la neve, ma anche per il ghiaccio, la pioggia continua e più in generale aumentano la sicurezza alla guida durante il periodo più freddo dell’anno.

Pregi e difetti

Andiamo ora più nel dettaglio, cominciando dalla trama del battistrada, ovvero il disegno, la composizione della parte della gomma che va a contatto con l’asfalto.

Le gomme invernali hanno un disegno che comporta un tassello più spesso con delle particolari sporgenze, dette lamelle, che aiutano l’auto ed avere una buona presa anche sul ghiaccio (è comunque sempre meglio evitare del tutto di guidare su strade ghiacciate, anche con le migliori gomme le possibilità di perdere il controllo dell’auto sono elevatissime).

Il materiale utilizzato, detto mescola, varia in base al tipo di gomma e quella usata per le gomme invernali è studiata appositamente per essere sfruttata su un asfalto più freddo e di conseguenza non va affatto bene sull’asfalto tiepido o addirittura caldo: in questi casi diventano addirittura pericolose, perché renderebbero l’auto quasi scivolosa.

Le gomme da neve sono quindi adatte solo nei periodi più freddi.

Se vivete in una zona dove la temperatura invernale scende sotto i 6° o 7°, non solo vi consigliamo di usare questa tipologia di gomme, ma anche di avere comunque a bordo le catene, perché queste gomme servono comunque per la guida su asfalto e su eventuali zone ghiacciate, ma se vi ritrovate a guidare su oltre 3-4 centimetri di neve senza catene, non andrete da nessuna parte.

Le gomme quattro stagioni, al contrario di quelle da neve, sono adatte praticamente tutto l’anno; sono un buon compromesso, ma dovete considerare alcune cose:

  • prima di tutto avrete sempre le stesse gomme dodici mesi l’anno e questo significa che dovrete cambiarle piuttosto spesso;
  • inoltre, sono sì adatte alle quattro stagioni ma, di conseguenza, non eccellono in nessuna di esse.

La differenza che c’è tra le gomme invernali e le quattro stagioni è soprattutto nella distanza di frenata: se siamo in periodo freddo, a parità di velocità di partenza, le gomme realizzate appositamente per l’inverno hanno una distanza di frenata nettamente inferiore, anche svariati metri.

Questa distanza può fare la vera differenza tra andare a sbattere contro un muro o contro un’altra auto o meno.

Meglio risparmiare un po’ e rischiare o investire sulla sicurezza propria e di chi sarà accanto a noi in auto?

Il “risparmio”, inoltre, non è veritiero perché le gomme quattro stagioni si consumano prima di quelle stagionali e gli eventuali tamponamenti dovuti alla distanza di frenata eccessiva sicuramente costano di più di un tir di gomme invernali che mediamente viene intorno i 250 euro.

Un ultimo consiglio rivolto a chi non ha voglia o tempo di andare ogni volta dal gommista per il cambio stagione: acquistate dei cerchioni da usare appositamente con le gomme invernali e tenete le gomme direttamente montate ad essi, in questo modo invece di andare dal gommista potete tranquillamente cambiarle voi nel giro di una mezz’ora, armati di cric e un po’ di pazienza.

Postato il 28 novembre

Compila i campi per ricevere maggiori informazioni e per rimanere aggiornato con le nostre promozioni

I campi contrassegnati con * sono obbligatori.



Condividi